Come conservare i fiori recisi

Rosa fresca Pacific Blue

Prima di lanciarsi nella creazione di una composizione floreale e stupire i vostri clienti con le vostre nuove abilità , ci sono step fondamentali che determinano criticamente il successo della vostra carriera floreale, e sono tutti quei passaggi che precedono l’ utilizzo effettivo del fiore :

- l’ acquisto di un fiore;

- la conservazione di un fiore;

- la preparazione di un fiore .

Le note che seguiranno sono solo consigli ricavati dalla nostra esperienza di oltre trenta anni nel mondo dei fiori , non hanno la pretesa di essere verità indiscutibili ma solo indicazioni orientative per aiutare chi è alle prime esperienze professionali con i fiori a scegliere e preparare al meglio i fiori per i propri allestimenti.

Come acquistare i fiori

In fase di acquisto di un fiore non è sempre immediatamente semplice scegliere la fascia qualitativa di un fiore e distinguere tra un fiore fresco e un fiore che non lo è.

Esistono varie fasce di qualità di un fiore : supernormale , imperfetta , storta (krom) . La denominazione di queste fasce e il loro valore è solitamente comune a tutti i distributori , anche se alcuni produttori assegnano pesi diversi a certe denominazioni . La nostra esposizione di queste sigle si basa sulle denominazioni date dalla Borsa Olandese dei Fiori , che solitamente è quella più condivisa dalla maggior parte dei distributori .

Un fiore viene classificato qualitativamente in relazione a queste carattersitiche :

- lunghezza del gambo ,

- consistenza del gambo ,

- perfezione del bocciolo .

La qualità super ha il gambo più consistente , dritto e lungo e un bocciolo perfetto.

La qualità normale si riconosce per una misura inferiore del gambo.

La qualità imperfetta significa che i gambi non sono perfettamente dritti ma presentano curvature o assottigliamenti dello spessore , soprattutto verso la parte alta del gambo.

La qualità storta ( krom ) invece presenta le teste del fiore che non sono dritte ma sono inclinate da una parte .

La fascia qualitativa di solito è un fattore che viene preso in considerazione in relazione al tipo di allestimento floreale che un fiorista deve eseguire o al tipo di impiego del fiore , e sono solitamente soggettive .

La qualità extra di solito viene impiegata per fiori destinati alla vendita in negozio del fiore sfuso o per allestimenti ad alto budget , ad esempio matrimoni e bouquet . I fiori di qualità progressivamente decrescente vengono usati in mazzi , composizioni , corone funebri e cofani .

E’ importante in fase di acquisto saper valutare la freschezza del fiore . Questa operazione è difficilmente fattibile a occhio nudo , a causa dei metodi di conservazione in cella frigo , anche se solitamente i grossisti indicano sull’ etichetta del fiore la data di arrivo di un fiore .

Nel caso che l’ etichetta del fiore non presenti questa indicazione , è comunque possibile per alcuni tipi di fiori valutare la freschezza in modo abbastanza preciso .

Valutare la freschezza di una rosa

Rosa Coolwater rose fresca

Nel caso delle rose , per esempio , si può toccare la testa del fiore : se la testa del fiore risulta dura e consistente al tatto significa che il fiore è ancora fresco e di buona qualità . Se invece la rosa al tatto è molle , significa che il fiore ha pochi petali e quando si dischiuderà si presenterà meno consistente e poco rigoglioso .

Come conservare i fiori

Dopo l’ acquisto , è necessario dedicare particolare cura anche alla conservazione dei fiori , fino al momento in cui saranno impiegati in un addobbo o venduti . Non tutti i fiori vanno conservati allo stesso modo , anzi alcuni tipi di fiori presentano specifiche particolarità. La conservazione di un fiore conivolge due aspetti : l’ uso o meno di una cella frigo e la regolazione dell’ acqua nel secchio , anche in relazione alle foglie del fiore .

Cella frigo e fiori Europei

lilium giglio

Per molti tipi di fiori ( rose , calle , lilium , ecc. ) la conservazione in una piccola cella frigo ne prolunga la freschezza .

Cella frigo e fiori tropicali

Anthurium anturia

Ci sono fiori invece che non devono essere conservati a temperature troppo fredde , come ad esempio gli anthurium e i fiori tropicali in genere , che non devono mai scendere al di sotto di una temperatura di 11 gradi . Al di sotto di queste temperature il fiore si macchia .

Come dosare l’ acqua nei secchi

Inanzitutto va specificato che le foglie di un fiore non devono mai venire a contatto con l’ acqua dentro al secchio ( o al vaso ) , altrimenti c’è il rischio che marciscano emanando anche uno sgradevole odore .

La quantità di acqua in cui tenere un fiore dipende dal tipo di gambo e di fiore .

Fiori dal gambo consistente

Rosa advance

Per le rose o fiori che hanno un gambo simile , cioè consistente , si può mettere l’ acqua fino a tre quarti del contenitore.

Fiori con gambi deboli

tulipano foto immagine

Per le gerbere , i tulipani , gli amaryllis e le calle , che hanno un gambo debole , e altri fiori che a vista presentano un gambo internamente vuoto o molle , è consigliabile mettere solo tre dita di acqua , perchè la parte del gambo a contatto con l’ acqua marcisce in fretta , e c’è il rischio di ritrovarsi con un fiore senza gambo in breve tempo .

Statici

limonium statice

Altri tipi di fiori , come il limonium e tutti gli statici invece non vanno messi in acqua , perchè l’ assorbimento dell’ acqua favorisce il processo di marcimento abbreviando la vita del fiore. L’ ideale è conservare questi fiori in cella frigo.

Come tagliare i gambi dei fiori

Un altro aspetto che incide sulla qualità della conservazione di un fiore è il modo in cui viene tagliato il gambo , che determina la capacità di un fiore di assorbire l’ acqua . Ci sono due tecniche di taglio , che devono essere impiegate in base al tipo di gambo : legnoso oppure normale . Inoltre alcuni fiori non devono essere tagliati ma spezzati.

Taglio del gambo normale

Per tagliare in maniera corretta il gambo normale , utilizzare un coltellino e tagliare il gambo obliquamente e in abbondanza : maggiore l’ obliquità del taglio , maggiore è la superficie a disposizione per assorbire l’ acqua.

Taglio del gambo legnoso

Per il gambo legnoso , occorre munirsi di un forbicione e incidere il gambo alla metà della sua base .

Fiori da spezzare e non tagliare

Crisantemi

Alcuni fiori , come i crisantemi , presentano un gambo vuoto , per cui è necessario spezzare il gambo invece di tagliarlo , altrimenti il fiore non riesce ad assorbire acqua .

Come steccare i fiori

I fiori ora sono pronti per essere impiegati nelle vostre composizioni . Tuttavia , prima di iniziare a lavorare , è necessaria una ulteriore preparazione . Per i  fiori che presentano steli con diramazioni che raggiungono la base dello stelo , è necessario togliere queste diramazioni . Se la diramazione è rigida è già pronta per essere lavorata subito dopo essere stata tolta . Se invece il gambo della diramazione è debole , occorrerà procedere alla steccatura del gambo .

Per steccare i gambi ci sono varie tecniche , che dipendono dal grado di durezza del gambo.

Per la steccatura di gambi resistenti , potete fare riferimento al tutorial sulla steccatura di un fiore .

Steccatura di fiori con gambi deboli

Alcuni fiori hanno dei gambi molto deboli , e non è possibile infilare nel gambo il filo di ferro , che altrimenti si spezzerebbe. Occorre affiancare  il filo di ferro parallelamente al gambo e avvolgerli assieme con la guttaperga .

Steccatura di orchidee

orchidea dendrobium

Altri fiori , come le orchidee o diramazioni laterali di fiori troppo corti per poter essere infilati nella spugna , devono essere avvolti in un cotone imbevuto di acqua prima di essere steccati con la tecnica della guttaperga . Il cotone ha la doppia funzione di nutrire il fiore e di proteggere il gambo impedendo che il filo di ferro lo spezzi.

Preparazione della calla

Calla per bouquet flroeali

Nel caso della calla , questo fiore ha la parte inferiore del gambo che  , essendo buca , quando viene infilata nella spugna tende a rompersi . Per impedirne la rottura , è sufficiente avvolgere attorno alla parte inferiore del gambo del nastro trasparente che ne impedisce lo spezzarsi .

Steccatura delle foglie

Per steccare una foglia , piegare il filo di ferro in due e infilare le due estremità del filo di ferro alla base della foglia , all’ incirca nella zona dell’ attaccatura col gambo . Curvare il filo di ferro e attorcigliarlo attorno al gambo .

(c) 2010 – Cerini Guido – Il Numero Verde SAS

Google+

20 thoughts on “Come conservare i fiori recisi

  1. L’uso della sabbia è un antico sistema di essicazione adatto ai fiori dai petali spessi, che richiede due settimane di tempo. E’ necessario usare sabbia finissima, di color bianco avorio, reperibile nei vivai, ben lavata e fatta asciugare all’aria o in forno a 50 gradi. Si procede immergendo la sabbia in un secchio pieno d’acqua, la si lascia depositare, quindi deve essere schiumato lo sporco che sale in superficie ripetutamente, fino a quando l’acqua apparirà limpida. L’uso del gel di silice in polvere o cristalli mantiene inalterato sia il colore che la forma del fiore. Oltre a non formare grumi il gel assorbe acqua pari alla metà del suo peso. I tempi di essicazione variano dalle 24 ore per i fiori più delicati a 3 o 4 giorni per i più pesanti.

  2. Complimenti!!
    blog sintetico e saliente!
    Sono d’accordo con tutti i brevi insegnamenti riportati!
    Bravi!

  3. Salve, sto per iniziare una collaborazione con un catering che mi ha chiesto di occuparmi delle composizioni floreali per i tavoli e i buffet. Io sono nuova del mestiere, non ho un negozio e quindi non ho una cella frigo per conservare i fiori.
    Come faccio per gli eventi di domenica quando non posso contare sull’acquiso dei fiori freschi al mercato? Se li compro di sabato, che ne sarà dei fiori il giorno dopo? Spero che qualcuno di voi possa darmi qualche suggerimento. Grazie mille

  4. Grazie per la risposta! Mi è stato detto però che è preferibile accendere l’aria condizionata. Il deumidificatore toglie l’umidità alle piante e quindi deperiscono. Cosa mi consigli?

  5. Buongiorno, ho appena rilevato una fioreria con in dotazione un espositore per fiori recisi della Fior d’acqua e un condizionatore.
    Vorrei chiedere adesso che si avvicinano le giornate con temperature esterne intorno ai 30 gradi è il caso di accendere l’aria condizionata o il deumidificatore? Se si in entrambi i casi a che temperatura?
    Grazie mille :-)

  6. ho scoperto oggi questo sito e devo dire che sono entusiasta, non sono del mestiere ma mi diletto a confezionare fiori di carta ed eseguire composizioni che poi regalo a natale o compleanni. non è la stessa cosa ma posso prendere spunti che mi stimolano a eseguire lavori nuovi. mi complimento per la manualità, a vedervi sembra tutto facile anche perchè spiegate le cose in maniera chiara e semplice. arricchiteci sempre coi vostri suggerimenti grazie mille

  7. Grazie per i complimenti Sofia , ti ho inviato il numero di telefono di una azienda di celle frigo con cui ci siamo trovati molto bene , si chiama Brembana Frigor , solo che sono di Bergamo , non so se ti può essere comodo dove stai tu.

  8. sono una fiorista da qualche mese grazie per i consigli utilissimi sapete indicarmi dove comperare una cella frigo piccola magari usata a buon prezzo ?

  9. Grazie Davide e Creazioni , avete letto anche quello sull’ impostazione di una composizione floreale ? Cosa ve ne sembra ?

  10. ciao io sto entrando adesso nel lavoro del fiorai anche se circa 5 anni fa facevo qualcosa del genere.mi sono molto utili continuero a vederli elrggerli

  11. Grazie a te per il supporto :) sono contento che il nostro blog ti piaccia . Questo blog è nato come “costola” , diciamo così , del nostro sito aziendale , ma poi si è evoluto in una realtà indipendente e originale . Crediamo molto in questo blog come mezzo per diffondere l’ interesse verso l’arte floreale in fasce sempre più ampie di pubblico , con un occhio di riguardo verso il target di età più giovane , sotto i trenta anni . Cercheremo sempre di pubblicare articoli interessanti , ovviamente compatibilmente con i nostri impegni di lavoro , visto che come hai notato il blog è senza scopo di lucro. Se vuoi rimanere aggiornata con tutte le novità puoi diventare nostra amica su Facebook o iscriverti al nostro canale Youtube . Continua a seguirci e a commentare , mi raccomando !

  12. sono info utilissime, io non sono del mestiere ma trovo meraviglioso che voi condividiate tutte queste nozioni in modo così chiaro e GRATUITO. devo dire che sono utili anche per chi come me sta dall’altra parte e”compra” fiori per abbellire casa.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>